[ ERA OGGI, 2038

A CURA DI SQUAREWORLD E MIDI – MOTORI DIGITALI

Nel contesto medioevale di Città Alta, le mura dell’Ex Ateneo racchiudono il paradosso del tempo. Un ambiente di riflessione sulla società ed il suo rapporto con la tecnologia.
La mostra indaga il rapporto, in continua evoluzione, tra arte e nuove tecnologie, concependo una figura dell’artista capace di riflettere su tutti gli aspetti della nostra epoca.
Diverse sono le forme di contaminazione e ibridazione, nuove le possibilità per l’arte e per l’artista. Quest’ultimo, messo in discussione, è chiamato a sperimentare nuove forme d’espressione. 
“Era Oggi, 2038” invita lo spettatore a vivere il momento in cui il futuro diverrà passato, dove l’attuale s’immerge nella storia, l’attimo che stravolge il tempo e l’individuo stesso.
Un percorso espositivo che immagina un futuro non troppo lontano in cui gli artisti elaborano impressioni e dati, dai quali emerge una visione distopica del venire: paradossi, iper-controllo, impossibilità dell’individuo di conoscere e riconoscere.
Con la mostra gli artisti vogliono portare alla luce una riflessione sul futuro per ragionare sul contemporaneo.

25/05 – 08/06/2018
@EX- ATENEO,
Piazza Reginaldo Giuliani
Città alta, BG

Progetto espositivo per The Blank ArtDate 2018 / Frenquenze
Con il Patrocinio ed il contributo di Comune di Bergamo.
Con il patrocinio di Camera di Commercio di Bergamo, Confartigianato Imprese Bergamo.
Con la collaborazione di Accademia di Belle Arti G.Carrara Bergamo.
Sponsor: Progetti Speciali Italiani srl.
Sponsor tecnici: Grafica Monti, Fat Fat Banqueting.

Hanno esposto

João Lucas Baccaro Mattia Cesaria Paolo Gamba Nicola Ghirardelli Carlo Persico Caterina Pogna