60′

60′

Sessanta secondi, è il tempo necessario per abbandonare la propria casa prima che una bomba la rada al suolo; si tratta della cosiddetta tecnica di bombardamento denominata “roof-knocking” (bussare sul tetto), una sorta di “colpo a salve” che avvisa gli occupanti di un determinato edificio che di lì a poco un missile vero li colpirà inesorabilmente. Questo sistema, utilizzato dall’esercito israeliano nella striscia di Gaza per “avvisare” i civili di un imminente attacco in zone ad alta intensità abitativa, è sintetizzato in una installazione “parlante”: un cubo di cartone ondulato graffiato e illuminato dall’interno, simulacro di una casa medio-orientale, da cui fuoriesce un suono confuso e concitato, ossia la registrazione audio dei rumori “reali” che si susseguono nell’intervallo di tempo che intercorre fra il primo missile d’avvertimento e il secondo.

Tecnica

Video Installazione – Audio durata: 2.52′ min (loop)

Anno

2015

Materiali

Cartone, LED.

Dimensioni

80X80X75 CM