Drowned

Drowned

Ambiente immersivo multimediale che svela al suo interno un’uomo in una situazione estrema. Questo è rinchiuso, sta annegando, lotta fra la vita e la morte. La sua situazione non sembra cambiare. Gli inesorabili sforzi dell’uomo si rivelano vani, il traguardo a cui ambisce sembra irraggiungibile.
L’opera gravita sul concetto di soglia quale momento transitorio che è la vita per l’uomo.

Il varco che introduce alla nascita e l’inevitabile attraversamento delineato dalla morte sono soglie a cui l’uomo non può prescindere, soglie scandite dal tempo che segnano senza indulgenza gli albori e la decadenza del vissuto. Tra esse vi è la perenne sfida di quest’ultimo alla sopravvivenza.
Mentre nel sacco uterino l’acqua rappresenta la prima realtà, la prima forma di vita, qui raffigura l’ostacolo attraverso cui l’uomo sembra annegare. La lotta per una sopravvivenza inesorabilmente vana è la metafora attribuita alla condizione fugace di ogni essere umano dinanzi la vita.

Tecnica

Ambiente multimediale

Anno

2017

Materiali

Computer, Video-proiettore, casse audio, mixer, subwoofer, acquario

Dimensioni

Variabili