[ IMG_01

A CURA DI GIULIA DE MARTIIS

Mattia Cesaria investiga attraverso la sperimentazione visiva nuovi tipi di dispositivi volti alla rielaborazione delle immagini, filtri scultorei che si pospongono alla realtà.

Il percorso espositivo accompagna lo spettatore all’interno della ricerca dell’artista, presentando la serie di video installazioni Eye I (2016), Eye II (2017), Eye III (2017) in un unico video-ambiente, dove le immagini virtuali vengono elaborate e scomposte, filtrate dai dispositivi analogici e riportate alla realtà.
L’immagine entra nella scultura ed attraverso un gioco di specchi, vetri e luci, viene frammentata dalla creazione di questi ulteriori schermi, zone di passaggio in cui avviene la sovrapposizione tra noi ed il reale.

Proseguendo nello spazio buio la nostra immagine viene captata da IMG_01 (2018), video scultura che ridefinisce la zona di passaggio in cui migrano le immagini. Un’evoluzione rispetto ai dispositivi precedenti dove l’interattività diviene il mezzo attraverso il quale viene percepita la realtà. Trasformata dal dispositivo scultoreo, la rappresentazione dell’uomo subisce una metamorfosi, venendo restituita da IMG_01 tramite altre forme, distorta e mutata.

La mostra, prima personale dell’artista, è fruibile in una sola sera volendo creare un esperienza effimera, una visione illusoria destinata a scomparire.

12/10/2018

@Vaku Project Space,

Via San Lorenzo 12B Città alta, Bg

In collaborazione con Comune di Bergamo.

Ha esposto:

Mattia Cesaria